ANCHE LE PULCI HANNO LA TOSSE!

PRESENTAZIONE:

SPETTACOLO MUSICALE PER FAMIGLIE

I personaggi della favola, animaletti umanizzati e parlanti, sono figurette vive e vere, tratteggiate con poche parole o con descrizioni più ampie, delineate con freschezza immaginativa e naturalezza di similitudine. Una certa forza comica non disgiunta da disincanto ironico è espressa da questi bizzarri protagonisti che denotano l’abilità dell’autore di rendere partecipi i lettori dei loro vizi e virtù, dei loro drammi e delle loro eccessive ambizioni: con la brillante concisione e l’immaginazione visiva, l’arguzia e l’ingegnosità dello scrittore di talento, Tomizza narra le loro vicende e, con il gusto quasi epigrammatico della battuta mordace, conclude la scena con una brusca antitesi e il taglio onesto dell’adattamento di Ugo Vicic  lo rende un monito a comportarsi con umiltà.

“Anche le pulci hanno la tosse” è un modo di dire usato per definire quelle persone che non valgono nulla, ma che si permettono di parlare e di fare sentire la propria voce, anche se è impercettibile come quella, in senso figurato, delle pulci. Lo spettacolo racconta la storia di Saltellina, ambiziosa e capricciosa pulce amante del bel canto. Un ragno, una zanzara e un millepiedi penseranno a darle una piccola lezione.
 
“Anche le pulci hanno la tosse”: nel suo racconto Tomizza parte da questa espressione figurata e le dà vita. Ci presenta infatti Saltellina, una pulce con la tosse! E poi il ragno Tessitori, il millepiedi Locomotore e la zanzara Tzatzira che come Saltellina… adorano l’opera lirica! e soprattutto cantare, cantare come veri cantanti! Come i bambini che giocano a fare le cose degli adulti.
Chi sono le pulci con la tosse, chi sono quelli che si fingono più grandi di ciò che sono in realtà? Gli insettini? I bambini? o tutti noi, presi dalle nostre serissime passioni, che viste da lontano, dal fondo della platea, non sono altro che piccolissimi colpi di tosse pulcesca?
– Diana Höbel, regista –
 
La vita è fatta di incontri felici, che ti permettono di crescere e guardare il mondo con occhi diversi. E la collaborazione tra La Contrada e il Dramma italiano è uno di questi, in particolar modo in questo spettacolo rivolto ai giovanissimi, il nostro pubblico di domani. ”Anche le pulci hanno la tosse” è di un grande autore istriano, Fulvio Tomizza, forse non valorizzato sufficientemente a Trieste, per il quale abbiamo pensato uno spettacolo che coniugasse dolcezza e divertimento, musica e teatro, nella festa collettiva che è (o dovrebbe essere) andare a Teatro. Voci liriche che si alternano alle battute dei quattro bravissimi attori nei panni dei piccoli insetti, una giovane regista dalle idee innovative, delle musiche coinvolgenti e arie di tradizione: gli ingredienti giusti per un pubblico speciale!
– Livia Amabilino, Presidente de La Contrada –

Avete mai ascoltato le voci degli insetti? Non dico i loro versi, a volte impercettibili, ma le loro voci, il loro modo di parlare, la loro cadenza, il loro ritmo. No? ”Anche le pulci hanno la tosse” vi farà sentire non solo come parlano ma anche come cantano! Questo spettacolo, nato da un racconto di Fulvio Tomizza è un modo per far arrivare ai più piccini non solo i valori dell’amicizia ma anche la bellezza della musica, ed in particolare delle arie d’opera che non molti in tenera età conoscono. E così vedremo una pulce direttore d’orchestra intenta a dirigere una zanzara soprano, un millepiedi tenore e un ragno… sta a voi scoprirlo! ”La traviata”, ”Norma”, il famoso ”Libiam nei
lieti calici” ed altre canzoni nate dalla fantasia di Carlo Moser e arrangiate dalla creatività di Aleksandar Valenčić vi tufferanno nel mondo del bel canto. Questo spettacolo, felice collaborazione con La Contrada – Teatro Stabile di Trieste, è un tuffo in un microcosmo di allegria e musica.

– Rosanna Bubola, Direttrice del Dramma Italiano –

© 2016 La Contrada - Teatro Stabile di Trieste sas impresa sociale di Livia Amabilino e C. P.I. 00199460320.