BELLE AMICHE

*Il tesseramento è possibile entro un’ora prima dell’inizio dello spettacolo

PRESENTAZIONE:

Lunedì 20 gennaio alle ore 17:30, per la Stagione di Teatro a Leggio 2019/20, l’Associazione “Amici della Contrada” presenta l’ultima pièce di Renzo Stefano Crivelli intitolata Belle amiche. Protagoniste due donne ormai cinquantenni, entrambe appartenenti alla media borghesia milanese, Steffy e Dorina, cresciute insieme sin dagli anni di liceo in un periodo della storia italiana molto complesso, legato alle grandi contestazioni studentesche. Le due amiche hanno vissuto i grandi innamoramenti politici della rivoluzione giovanile, nelle strade, con le sue ultime manifestazioni contestatarie dei poteri forti, e nelle università, attraverso le rivendicazioni di un’estensione del diritto allo studio anche alle classi sociali più deboli. Pertanto, in una conversazione attraverso Skype, si dilungano tra i ricordi di un passato studentesco pieno di aspettative e di istanze morali, destinato però a soccombere, non molto gloriosamente, sotto le sollecitazioni, sempre più pressanti, del consumismo.

A contribuire ad affossare questi ideali libertari degli anni giovanili sono poi subentrate nelle due amiche tutte le sollecitazioni capitalistiche del caso, con i richiami di una classe privilegiata (e in fondo molto protettiva) la cui stabilità economica fornisce una serie di benefit collaterali: dall’abito firmato alla scelta giusta degli amici danarosi, allo sfoggio di gioielli, e di tutti i segni esteriori del successo. Lo si vede anche dalle scelte matrimoniali borghesi che contraddicono le loro prime infatuazioni per giovani coetanei “rivoluzionari” senza un quattrino, giovani del tutto velleitari nelle loro istanze interclassiste, quando non del tutto visionari.

Steffy, infatti, finisce con lo sposare un ricco dentista con una tendenza a curare troppo le pazienti e Dorina un facoltoso commerciante di mobili spesso “trattenuto” fuori casa da improvvisi impegni commerciali. Ma, a cominciare dalla gestione di questi mariti, ecco che emergono nella conversazione delle due “belle amiche” elementi ambigui e sconcertanti, tali da incrinare i loro rapporti. Perché, a dire il vero, tanto amiche non lo sono e non lo sono mai state. A poco a poco, pertanto, vengono alla luce storie di tradimenti e di menzogne che, in un crescendo alla Ravel, fanno salire alle stelle la pressione sanguigna di Steffy e Dorina. Finché tutto, impietosamente, si svela.

In scena Sara Alzetta ed Elke Burul, con la regia di Daniela Gattorno.

– INGRESSO RISERVATO AI SOCI –

© 2019 La Contrada - Teatro Stabile di Trieste sas impresa sociale di Livia Amabilino e C.F e P.I. 00199460320 Codice univoco per fatture elettroniche: SUBM70N