EL TANGO – ROBERTO HERRERA

BIGLIETTI

1° settore/2° settore
Intero* € 28,00/ € 25,00

*I prezzi non sono comprensivi dei costi di prevendita e commissione di servizio di Vivaticket

PRESENTAZIONE:

IL RITORNO IN ITALIA DEL GRANDE MAESTRO DEL TANGO

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna in Italia l’eleganza del tango di Roberto Herrera.

L’ultimo poeta del tango sarà in scena con dieci ballerini argentini e l’orchestra dal vivo Lo que vendrà. Insieme ci racconteranno del tango e del suo abbraccio universale come testimonianza storica e culturale di un popolo attraverso lo scorso secolo.

Con lo spettacolo El Tango e le sue coreografie, la Compagnia di Roberto Herrera dipinge un affresco che abbraccia tutta la storia del tango, dall’epoca d’oro, anni ‘40 e ’50 del 900, fino ai giorni nostri.

La colonna sonora di questo viaggio parte dai classici legati alle radici di questo ballo che all’epoca si chiamava semplicemente musica ciudadana. Brani che accompagnano l’ascoltatore attraverso i paesaggi della città di Buenos Aires fino ad arrivare al Tango Nuevo e dal suo più grande compositore, Astor Piazzolla.

La rappresentazione, in due atti, è portata in scena da un corpo di ballo di dieci elementi. Poliedrici ed eclettici catturano e poi raccontano al pubblico tutte le sfaccettature di un’arte antica. La tessitura ritmica è affidata all’orchestra Lo que vendra.

ROBERTO HERRERA – Direttore – Coreografo – Ballerino

“Ma il tango è lo specchio della società e come tale può essere a volte triste, sì, ma a volte molto felice, allegra. Ecco la mia volontà è di mostrare un’altra faccia: quella meno conosciuta”

Dalle parole di Roberto Herrera riusciamo a toccare con il cuore il percorso artistico del Maestro e quello che intimamente desidera comunicare allo spettatore. Allora la danza si incarna in una storia da raccontare.

Che il grande ballerino testimonia attraverso coreografie che si susseguono, ora sensuali ora potenti ma sempre con l’intento di creare un’immagine del tango e di ciò che rappresenta: un modo per sentire l’esistente, una danza che rimarca i temi della letteratura universale: la vita, il tempo, l’amore e la morte.

Noto per aver dato vita al Tango Nuevo, “una musica moderna quella di Piazzolla che se chiudi gli occhi vedi tutta la città di Buenos Aires”.

Roberto Herrera inizia a studiare danze folkloristiche argentine all’età di 8 anni.

Primo ballerino del Ballet Folklorico Nacional Argenetino, diretto da Santiago Ayala “El Chúcaro” e Norma Viola. Ballerino solista della Grande Orchestra del Maestro Osvaldo Pugliese. Protagonisti del film “Tango Bar”. Coreografo e danzatore con Julian Plaza,autore di tangos e milongas famosi come “Danzarin” “Payadora” e “Morena”. Ha partecipato a “Los Grandes del Tango Argentino” con Orquesta ”Color Tango” in Giappone.

Nel 1991 integra la casa spettacolo “Michelangelo”, con Raul Lavie, il Sexteto Mayor, Adriana Varela e Roberto Goyeneche.  Nel 1993 entra a far parte del cast del film biografico “Grazie Maestro”, sulla vita di Osvaldo Pugliese.  Tra il 1994 e il 2000 è stato il creatore e regista dello spettacolo “Tango, una storia”, presso il bar leggendario “El Querandí” . Nel 2000 è parte dello spettacolo iconico “Tango Argentino”, diretto da Claudio Segovia, presentato per due mesi a Broadway; nel “Gershwin Theatre” New York Autorevole giurato in tutte le edizioni del Campionato del Mondo di Tango a Buenos Aires. Direttore di “Tango” con la musica di “Decarísimo Quintet” (diretto da Ariel Rodriguez), con più di 4000 spettacoli in tutto il mondo.

Fondatore di una delle più famose scuole di Tango a Buenos Aires, ” ROBERTO HERRERA ACADEMY”

Direttore artistico della Scuola di Tango House Cambalache nella Palazzina Liberty di Milano dal settembre 2013, la ROBERTO HERRERA ACADEMY EUROPE

Autore, coreografo e ballerino dello spettacolo “Tango di moda e una Passione” evento nella settimana del “Milano Moda Donna”, tenutosi il 23 settembre 2013.

Nel 2015 ha aperto i lavori di EXPO con lo spettacolo “Malambo Argentino”

Estanislao Herrera Special Guest
Ballerino poliedrico, grande tecnico del tango e del folklore argentino (malambo), già membro del Ballet Folklorico Nacional dell’Argentina. Da sempre alter ego in tutte le creazioni della Roberto Herrera Tango Company. E’ stato in Tour in vari paesi come il Giappone (Mariano Mores 1992 José Colangelo il 1997 il Tango Venus 2005), Uruguay, Stati Uniti, Francia, Spagna e Germania (Tango Metropolis); Guatemala, Nuova Zelanda e Australia (Estampas Porteñas); Cina, Russia e Brasile (Tango Seduction); Cile (Orchestra Atilio Stampone). Ha partecipato alla World Exhibition 1998 Lisbona (Portogallo) e Hannover2000 (Germania) come rappresentante ufficiale dell’Argentina.

A Buenos Aires negli spettacoli di “La Ventana”, “Señor Tango”, “El Viejo Almacen”, “Michelangelo”, “Tango Palace” e “El Club del vino”.

Ha condiviso il palco con i migliori esponenti del Tango contemporaneo: Ariel Ramirez, Chango Spasiuk, Viviana Vigil, Sexteto Mayor, Horacio Salgán, Daniel Binelli, Nestor Marconi, JuliánPlaza, Roberto Goyeneche, María Graña, Alberto Podestà e Guillermo Fernandez. Si è esibito nei teatri “Colon”, “Gran Rex”, “Opera”, “Lola Membrives”, “Presidente Alvear” e “Coliseo” (Buenos Aires, Argentina), “Solis” (Montevideo, Uruguay), “Smeraldo” (Milano , Italia), “Bellini” (Napoli, Italia), “Philharmonie” (Monaco, Germania), “Studio Opera House” (Sydney, Australia), “Teatro del Kremlin “(Mosca, Russia),” Teatro Albeniz “(Madrid, Spagna) e” Centro culturale Belem “(Lisbona, Portogallo).
Nel film “La Peste” del regista Luis Puenzo (premio Oscar) ha eseguito una coreografia di Ana Maria Stekelman, nei programmi televisivi “Argentinisima” (Canale 2), “Grandes Valores del Tango” (Canale 9),” Maurizio Costanzo Show “(Canale 5, Italia) e” Alle Falde del Kilimangiaro “(Rai Tre, Italia) Selezionato come un potenziale artista “Cirque du Soleil”; coreografo nel lavoro “Bacanazo” che è stato presentato presso il teatro “Empire” in Citta Autonoma de Buenos Aires nel 2009. Negli ultimi anni si è esibito in tutto il mondo e ha insegnato l’arte del Tango e del folklore argentino nei cinque continenti.

© 2016 La Contrada - Teatro Stabile di Trieste sas impresa sociale di Livia Amabilino e C. P.I. 00199460320.