PRODUZIONI 2020/2021

IL MALATO IMMAGINARIO – novità

Autore Molière
Regia Guglielmo Ferro
Interpreti Emilio Solfrizzi e altri 8 attori in via di definizione

Molière mette in scena le vicende familiari di un ipocondriaco, Argante, che si circonda di medici inetti e furbi farmacisti, ben contenti di alimentare le sue ansie per tornaconto personale. Argante è a tal punto prigioniero della sua paura, da voler maritare la figlia Angelica con il figlio di un medico, benché ella sia innamorata del giovane Cleante, per avere così un dottore in famiglia sempre a sua disposizione. Sua moglie Belinda (matrigna di Angelica) è una donna avida e meschina, che disprezza il marito. Argante, è vittima di se stesso e burattino di chi gli sta intorno. Ma grazie all’intervento della cameriera Antonietta e del fratello Beraldo ordirà un inganno in grado di fargli aprire gli occhi sulla realtà che la circonda.

DISPONIBILITÀ: DA DICEMBRE 2020
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste / Compagnia Molière

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


HAROLD E MAUDE – novità

Autore Colin Higgins
Adattamento e regia Diana Höbel
Interpreti Ariella Reggio con gli attori della compagnia stabile della Contrada

Harold è un ragazzo problematico, figlio di una madre disfunzionale, egocentrica e anaffettiva, si direbbe oggi. Non ha amici, si diverte a inscenare il suo finto suicidio in vari modi pittoreschi, per spaventare l’insopportabile genitrice, e come hobby frequenta funerali di sconosciuti. Maude è una donna che vive la vita con passione, ha amato ed è stata amata, ha girato il mondo, e abita in una specie di salone delle meraviglie, pieno di oggetti provenienti da tutto il pianeta. Ciò che ha visto e le persone che ha incontrato fanno la ricchezza della sua casa e del suo essere. Il suo è un personaggio mercuriale, vulcanico, sempre curioso e accogliente di ogni novità. Maude è l’amore e il coraggio per la vita che Harold non ha. In Harold e Maude si incontrano vecchiaia e giovinezza, ma a poli invertiti. 

DISPONIBILITÀ:
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


OTTANTENA Stand Up Comedy Show per Signora e mascherina – novità

scritto e diretto da Davide Calabrese
con Ariella Reggio Anselmo Luisi
disegno luci Bruno Guastini
produzione La Contrada Teatro Stabile di Trieste

Il genere dello Stand-Up Comedy Show nasce in America ai tempi di Lenny Bruce e trova il suo apice con comici come Woody Allen o Robin Williams. Una serie di monologhi molto divertenti sulle cose che succedono nella vita. In italia si va dai casi più eleganti come quelli di Gioele Dix a quelli più “estremi” di Giorgio Montanini o Daniele Luttazzi. Solitamente – ma non sempre – la Stand-Up Comedy è appannaggio degli uomini, ma nel tempo ci si sono cimentate con successo anche diverse attrici comiche, come Lella Costa. Ma ci voleva Davide Calabrese, membro degli Oblivion, per realizzare il primo “Stand-Up Comedy Show per Signora”, con un’attrice della caratura di Ariella Reggio.

Un teatro spoglio, nessun oggetto, un’asta, un microfono e prende vita Ottantena, le vicissitudini tra il comico e il tragicomico di un’attrice “di una certa età” chiusa in casa ai tempi del Coronavirus.
Un’osservazione della realtà che ci ha circondati in questo strano periodo, “scorretta” e riflessiva da una parte, divertente e leggera dall’altra. Il tutto con il contrappunto di un bizzarro percussionista pronto a sottolineare ogni battuta con un rullo di tamburi.

DISPONIBILITÀ: DA OTTOBRE 2020
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


ERA UN FANTASMA- novità

di Arianna Mattioli
regia di Lorenzo Lavia
con Matteo Branciamore, Ninni Bruschetta,
Lodo Guenzi e Lorenzo Lavia

Era un fantasma è la storia di una famiglia in attesa. Un tragicomico ritratto di una disfunzionalità incantata dalla ricerca della normalità, di una famiglia tranciata che cerca goffamente di ricucirsi a pugnalate, di un esercizio di massacro domestico che avrà un sapore conosciuto anche dallo spettatore più candido.

Era un fantasma è uno spettacolo duro e leggero allo stesso tempo che mette a nudo le relazioni tra persone intime come possono essere i famigliari, e rivela come quel luogo paradisiaco chiamato famiglia possa spesso trasformarsi nell’esatto contrario, anche se non se ne può fare a meno.

La Contrada – Teatro Stabile di Trieste /Produzioni Creative in collaborazione con Todi Festival

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


DOWNLOAD > RASSEGNA STAMPA

L’ANIMA BUONA DI SEZUAN – ripresa

Autore Bertolt Brecht
Traduzione Roberto Menin
Regia Monica Guerritore
Interpreti Monica Guerritore e con: Matteo Cirillo, Alessandro Di Somma, Enzo Gambino, Nicolò GiacaloneFrancesco Godina, Diego Migeni e Lucilla Mininno
Musiche Paul Dessau

Monica Guerritore nel doppio ruolo della buona prostituta Shen-Te e del suo perfido e inventato cugino, cura anche la regia, ispirata alla versione che Giorgio Strehler diresse nel ’81 al Piccolo Teatro di Milano. Un nuovo allestimento – pensato per la contemporaneità teatrale che ci circonda – ma con un legame strettissimo all’immenso patrimonio della tradizione milanese.

DISPONIBILITÀ: DA OTTOBRE 2020
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste e ABC Produzioni in collaborazione con ATA Carlentini e Festival teatrale Borgio Verezzi

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


DOWNLOAD > RASSEGNA STAMPA

HOLLYWOOD BURGER – ripresa

Autore Roberto Cavosi
Regia Pino Quartullo
Interpreti Enzo Iacchetti, Pino Quartullo e Fausto Iheme Caroli

Musiche M° Guido Ruggeri
Scenene Costumi Andrea Stanisci

Quanti possono dire di aver raggiunto le mete che si erano prefissati all’inizio della propria vita? Quanti possono essere pienamente soddisfatti per aver realizzato il proprio sogno?
In una mensa per artisti negli Studios ad Hollywood, due attori mitomani, assolutamente alla deriva ma tenacemente aggrappati al sogno del cinema, se ne dicono e ne fanno di tutti i colori; si passano e spalmano sui loro hamburger senape, maionese, ketchup, con un fare convulso e ingordo come la loro voglia di far parte, in un modo o nell’altro, della magia di Hollywood.

Prima nazionale al Festival di Borgio Verezzi, luglio 2019

DISPONIBILITÀ: DA FEBBRAIO A MAGGIO 2021
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


MONTAGNE RUSSE – ripresa

Autore Eric Assous
Traduzione Giulia Serafini
Regia Marco Rampoldi
Interpreti Corrado Tedeschi e Martina Colombari

Una commedia divertentissima che esprime una pungente riflessione sul tema dei legami familiari e sul valore del rapporto nei confronti del prossimo. Un uomo di cinquant’anni ed una giovane ed attraente donna sono i protagonisti. Si incontrano in un bar nel tardo pomeriggio e poi, lui, approfittando della assenza della moglie partita per una vacanza, la invita nel suo appartamento. L’uomo inizia a sedurla ma succede qualcosa che frena le avances…da qui tutta una serie di esilaranti e piccanti colpi di scena fino ad arrivare ad un inaspettato e toccante finale. Una storia divertente e riflessiva che diventa sempre più misteriosa e imprevedibile. Un testo che fa riflettere il pubblico in modo diretto come se in qualche modo ognuno potesse vivere o aver vissuto le stesse emozioni. Uno spettacolo che fa rimanere incollati alla sedia, seguendo un botta e risposta a carte scoperte. Ma saranno veramente scoperte?

DISPONIBILITÀ: DA FEBBRAIO 2021
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste in collaborazione con Skyline Productions

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


UN AUTUNNO DI FUOCO – ripresa

Da The velocity of Autumn
Autore Eric Coble
Adattamento Marco Casazza
Regia Marcello Cotugno
Interpreti Milena Vukotic e Maximilian Nisi

Scene Luigi Ferrigno
Costumi Andrea Stanisci
Luci Marcello Cotugno

Alexandra è un’artista di 79 anni alla resa dei conti con la sua famiglia per stabilire dove trascorrerà i suoi ultimi anni di vita. Nel mondo di Alexandra c’è arguzia, una passione vulcanica e il fatto che si è barricata nella sua casa con una pila di bombe Molotov. Quando il figlio di Alexandra, Chris, che si era allontanato a lungo da casa, ritorna dopo vent’anni infilandosi dalla finestra del secondo piano, le bombe emotive iniziano a detonare.

Prima nazionale al Festival di Borgio Verezzi, agosto 2018

DISPONIBILITÀ: DA OTTOBRE 2020
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


© 2019 La Contrada - Teatro Stabile di Trieste sas impresa sociale di Livia Amabilino e C.F e P.I. 00199460320 Codice univoco per fatture elettroniche: SUBM70N