PRODUZIONI 2021/2022

IL MALATO IMMAGINARIO

Autore Molière
Regia Guglielmo Ferro
Interpreti Emilio Solfrizzi e altri 8 attori in via di definizione

Molière mette in scena le vicende familiari di un ipocondriaco, Argante, che si circonda di medici inetti e furbi farmacisti, ben contenti di alimentare le sue ansie per tornaconto personale. Argante è a tal punto prigioniero della sua paura, da voler maritare la figlia Angelica con il figlio di un medico, benché ella sia innamorata del giovane Cleante, per avere così un dottore in famiglia sempre a sua disposizione. Sua moglie Belinda (matrigna di Angelica) è una donna avida e meschina, che disprezza il marito. Argante, è vittima di se stesso e burattino di chi gli sta intorno. Ma grazie all’intervento della cameriera Antonietta e del fratello Beraldo ordirà un inganno in grado di fargli aprire gli occhi sulla realtà che la circonda.

DISPONIBILITÀ: DA DICEMBRE 2020
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste / Compagnia Molière

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


HAROLD E MAUDE – novità

Autore Colin Higgins
Adattamento e regia Diana Höbel
Interpreti Ariella Reggio, Davide Rossi, Marzia Postogna, Adriano Giraldi, Valentino Pagliei, Enza De Rose e Omar Giorgio Makhlouf
Musiche Claudio Rastelli
Scene e Costumi Andrea Stanisci

Harold è un ragazzo problematico, figlio di una madre disfunzionale, egocentrica e anaffettiva, si direbbe oggi. Non ha amici, si diverte a inscenare il suo finto suicidio in vari modi pittoreschi, per spaventare l’insopportabile genitrice, e come hobby frequenta funerali di sconosciuti. Maude è una donna che vive la vita con passione, ha amato ed è stata amata, ha girato il mondo, e abita in una specie di salone delle meraviglie, pieno di oggetti provenienti da tutto il pianeta. Ciò che ha visto e le persone che ha incontrato fanno la ricchezza della sua casa e del suo essere. Il suo è un personaggio mercuriale, vulcanico, sempre curioso e accogliente di ogni novità. Maude è l’amore e il coraggio per la vita che Harold non ha. In Harold e Maude si incontrano vecchiaia e giovinezza, ma a poli invertiti. 

DISPONIBILITÀ:
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


LE SORELLE ROBESPIERRE – novità

scritto e diretto da Alessandro Fullin

con Ariella Reggio, Alessandro Fullin e Marzia Postogna

scene e costumi Andrea Stanisci

disegno luci Bruno Guastini produzione La Contrada Teatro stabile di Trieste

1789: secondo un perfetto falso storico la Rivoluzione Francese arriva anche a Trieste.

La Galleria di Montuzza viene trasformata in un enorme carcere dove vengono rinchiuse le famiglie nobili della città in attesa di essere giustiziate dai rivoluzionari. Qui attendono il loro destino Adalgisa, Duchessa de Parur, con le due figlie Sgonica e Iole, sorvegliate a vista dalla diabolica “Cittadina” Chiarbola Champignon.

Secondo lo stile “pop” che tra libri e opere teatrali l’ha reso celebre negli ultimi anni, il comico triestino Alessandro Fullin gioca con la Storia e le umane debolezze della sua amata Trieste, per mettere in scena un nuovo esilarante ritratto dello spirito della città. Rigorosamente declinato in dialetto triestino.

DISPONIBILITÀ: DA OTTOBRE 2021
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


L’ISOLA DEGLI IDEALISTI – novità

di Giorgio Scerbanenco

regia di Massimo Navone

con Pino Quartullo

produzione La Contrada Teatro stabile di Trieste

Sull’isola della Ginestra, un piccolo scoglio verde al centro di un lago, si trova la villa della famiglia Reffi, composta dal padre Antonio, medico otorino dall’ironia affilata, e dai suoi due figli. Carla, la maggiore, si dedica alla scrittura tra le frecciatine del genitore. Celestino, il minore, è diventato medico per esaudire le preghiere del padre ma preferisce rivolgere il suo intuito alla matematica. Completano il gruppo i cugini spiantati Vittorio e Jole, che ripagano l’ospitalità occupandosi della conduzione familiare. La vita sull’isola scorre tranquilla fino a quando sulle sue rive non capitano due ladri d’albergo in fuga dalla polizia: Guido, giocatore d’azzardo con la passione per la pittura e Beatrice, bella, sfacciata e fatale. L’arrivo dei due latitanti e le loro rivelazioni incrinano il mondo perfetto dei Reffi, che si ritrovano l’uno contro l’altro di fronte a un dubbio morale: denunciare i due ospiti o dare loro una possibilità di riscatto? È l’inizio di un vortice di tensione che sconvolge la quiete dell’isola e gli animi dei suoi abitanti, che tra amori impossibili, fughe, bugie e invidie dovranno fare i conti con la loro più vera natura.

Un libro perduto durante la Seconda guerra mondiale e ritrovato nell’archivio di famiglia, un romanzo inedito nello stile del migliore Scerbanenco: tagliente, ironico, sensuale.


MONTAGNE RUSSE – ripresa

Autore Eric Assous
Traduzione Giulia Serafini
Regia Marco Rampoldi
Interpreti Corrado Tedeschi e Martina Colombari

Una commedia divertentissima che esprime una pungente riflessione sul tema dei legami familiari e sul valore del rapporto nei confronti del prossimo. Un uomo di cinquant’anni ed una giovane ed attraente donna sono i protagonisti. Si incontrano in un bar nel tardo pomeriggio e poi, lui, approfittando della assenza della moglie partita per una vacanza, la invita nel suo appartamento. L’uomo inizia a sedurla ma succede qualcosa che frena le avances…da qui tutta una serie di esilaranti e piccanti colpi di scena fino ad arrivare ad un inaspettato e toccante finale. Una storia divertente e riflessiva che diventa sempre più misteriosa e imprevedibile. Un testo che fa riflettere il pubblico in modo diretto come se in qualche modo ognuno potesse vivere o aver vissuto le stesse emozioni. Uno spettacolo che fa rimanere incollati alla sedia, seguendo un botta e risposta a carte scoperte. Ma saranno veramente scoperte?

DISPONIBILITÀ: DA FEBBRAIO 2021
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste in collaborazione con Skyline Productions

Download Scheda Artistica

CONTATTI:
Presidente: Livia Amabilino
Direttore organizzativo: Diego Matuchina


© 2019 La Contrada - Teatro Stabile di Trieste sas impresa sociale di Livia Amabilino e C.F e P.I. 00199460320 Codice univoco per fatture elettroniche: SUBM70N