top of page

Big in Korea

Rate the Show
Ouch, do you really think that? 😵 💫So so 😮 💨Good 😊Just beautiful 😍I love you 🤩
Black Gradient_edited_edited.png

Teatro dei Fabbri

16 febbraio 2024, ore 20.30

17 febbraio 2024, ore 20.30

drammaturgia Francesco d'Amore e Luciana Maniaci (Maniaci d'Amore)

con Tommaso Bianco e Maurizio Sguotti

disegno luci Alex Nesti

regia Kronoteatro

produzione Kronoteatro / Teatro nazionale di Genova

con il sostegno della Residenza artistica “Vettori” della Contrada Teatro stabile di Trieste

Con questo lavoro Maniaci d’Amore e Kronoteatro esplorano un momento di soglia della vita, quello in cui si è quasi pronti: a spiccare il volo, a mollare la presa, ad entrare nella vita, o a lasciarla. E si chiedono se il territorio del “quasi” possa espandersi all’infinito, fino a coprire tutta un’esistenza.

Al centro della drammaturgia c’è una relazione sfuggente: quella tra un giovane e il suo vecchio allenatore di calcio. Da trent’anni i due si trovano ogni domenica al campetto del paese. Ma non si allenano. Il loro è un lungo apprendistato teorico aspettando il momento in cui potranno cominciare a giocare. Non è ancora arrivato quel momento, sembra non arrivare mai. In quell’ora di studio il mister e l’allievo favoleggiano insieme del posto in cui andranno, un giorno: la Korea. Lì, a quanto pare, è possibile per un vecchio zoppo e un uomo che ha superato i 35 anni essere considerati ancora idonei per iniziare una carriera. Lì saranno, finalmente, grandi. Così lo sport per loro non è più una pratica, ma un linguaggio puro, una grammatica relazionale, o forse un mondo fantastico che abitano solo loro. Per alcuni il piano concreto della vita è poco più che una gabbia e l’unica chiave per forzarla si trova sul confine della follia.

Scena Contemporanea

Teatro Contemporaneo

Contatto per la distribuzione di questo spettacolo

Diego Matuchina

Black Gradient.png
bottom of page