top of page

Memorie del Sottosuolo

Vota lo Spettacolo
Ouch, veramente? 😰Così così 😮‍💨Buono 😊Proprio bello 😍Vi adoro 🤩
Black Gradient_edited_edited.png

Teatro dei Fabbri

6 dicembre 2023, ore 20.30

7 dicembre 2023, ore 20.30

da Fëdor Dostoevskij

adattamento drammaturgico e regia di Marco Isidori

con Paolo Oricco

scenario di Daniela Dal Cin

produzione Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa

Memorie del sottosuolo scritto nel1864 è stato considerato dai critici come un’anticipazione dei capolavori della maturità di Dostoevskij e viene paragonato a un grande affresco impressionista, scandaglio dell’animo umano di cui l’autore fu maestro indiscusso anticipando i grandi romanzieri europei.

Scendendo nel sottosuolo, il protagonista, malato e ossessivo, intriso di rancore sociale, autoesclusosi da tutti, non trova nell’isolamento la fine del suo odio verso il mondo e l’umanità intera, né una dimensione pacificata con se stesso: al contrario, questo scavo nell’inconscio non gli permette di vedere meglio la sua condizione ma gli produce, un senso di insana gratificazione di chi è superiore, anche solo di qualche gradino, rispetto a qualcun altro. La storia è un convulso e delirante susseguirsi di tensioni vendicative, pensieri balordi, animosi, conditi di sadismo e masochismo insieme: più che un vero male di vivere, un’angoscia dell’esistenza.

Con questo spettacolo i “Marcido” affrontano finalmente quella che loro stessi definiscono una loro “tendenza dostoevskijana”, presente nelle corde della compagnia fin dal loro esordio. Con queste “Memorie”, la compagnia porta in scena il gorgo altalenante di gioia e disperazione al quale l’uomo non può sottrarsi.

Dramma

Teatro Contemporaneo

Contatto per la distribuzione di questo spettacolo

Diego Matuchina

Black Gradient.png
bottom of page