top of page

La sparanoia

Rate the Show
Ouch, do you really think that? 😵 💫So so 😮 💨Good 😊Just beautiful 😍I love you 🤩
Black Gradient_edited_edited.png
Bobbio.jpg
Black Gradient_edited_edited.png

Teatro dei Fabbri

4 luglio 2023, ore 21.00

La sparanoia - Festil

progetto ideato e scritto da Niccolò Fettarappa

con Niccolò Fettarappa e Lorenzo Guerrieri 

prodotto da Sardegna Teatro

con il sostegno di Rai Radio 3, Circuito Claps, Armunia Teatro, Carrozzerie N.o.t, Spazio Zut e Officine della Cultura-Arezzo.

È un incendiario e ha sonno


Giorgio Manganelli, Centuria


Una generazione di giovani dinamitardi vive a casa e pulisce il bagno.

Personaggi dall’ambigua e smisurata ambizione politica mettono in ordine casa, soffocati dall’elettrodomestico: un anarchico con la passione per Rai 1, Bin Laden amante dei bidet e Stalin, in cerca di una piastra per baffi.


Su tutto piange una paralisi da tisana pomeridiana.

È così che la nostalgia della rivolta lascia spazio a un mortuario pisolino.

Le tentazioni sovversive colano a picco nel baratro della quotidianità spicciola. In scena compare una bomba. Una bomba senza connotazioni politiche, indifferente, impietosa e impaziente di essere detonata.



La Sparanoia nasce come occasione di esplorazione del grido soffocato di una generazione addomesticata, della rabbia scolarizzata che ha imparato a dare del “lei”, di serial killer narcolettici, bolscevichi da divano che, invece che conquistare la piazza, sonnecchiano su un cuscino: di chi preferisce alle strategie d’attacco, le previsioni meteo. Ma allora, che farsene di una bomba? Scagliarla come una molotov contro qualcuno, in un attimo di vitalità terroristica? O piuttosto lasciarla lì e aspettare che si spenga? Disinnescarla, disinnescarci?

Il lavoro si sviluppa e approfondisce grazie anche alla Scuola di Scritture, diretta da Lucia Calamaro e promossa da Riccione Teatro, nel corso della quale viene presentata una prima stesura, poi programmata nel corso della prima rassegna di PresenteFUTURO di Rai Radio 3, curata da Antonio Audino e Laura Palmieri.

Atto Unico

Festil

Contatto per la distribuzione di questo spettacolo

Diego Matuchina

Black Gradient.png
bottom of page